America

View from the Ground (Capitol 1982)

america82.jpg (11750 byte)

     Dopo il grande successo di "Alibi"(80), gli America ritentano la strada del pop sofisticato, chiamando a raccolta una nutrita schiera di musicisti californiani e pubblicando un album musicalmente molto leggero, piacevole in alcuni episodi, ma troppo melodico e banale in altri. Riscuote un buon successo di vendite il singolo estratto, "You can do magic", scritta da Russ Ballard, un buon brano con un alto potenziale radiofonico. Discrete sono anche "Never be lonely" e "Love on the vine", due raffinate composizioni che ci fanno ancora amare le splendide voci di Beckley e Bunnell, ma il resto dell'album si perde in melodie scontate e zuccherose. Nel complesso un disco appena sufficiente, più noto tra i fans della westcoast music per gli ospiti presenti che per il contenuto musicale.

America are: Gerry Beckey, Dewey Bunnell

Producers: Gerry Beckley, Dewey Bunnell, Russ Ballard, Bobby Colomby

Musicians:
Drums: Jeff Porcaro, Willie Leacox, Alvin Taylor
Keyboards: Gerry Beckley, Jai Winding, Chris Coté
Guitars: Gerry Beckley, Dewey Bunnell, Dean Parks, Steve Lukather, Rick Neigher, Bill Mumy
Bass: Brad Palmer
Synthesizer: Jai Winding, Chris Coté, Mark Isham
Lead Vocals: Gerry Beckley, Dewey Bunnell
Background Vocals: Carl Wilson, Christopher Cross, Tom Kelly, Timothy B. Schmit, Russ Ballard

Tracks:
  
1. You can do magic
   2. Never be lonely
   3. You girl
   4. Inspector mills
   5. Love on the vine
   6. Desperate love
   7. Right before your eyes
   8. Jody
   9. Sometimes lovers
  10. Even the score