Elkie Brooks

     Cantante inglese, Elkie Brooks inizia la sua carriera musicale insieme al marito Peter Cage all'interno dei Dada, gruppo di jazz-rock psicadelico responsabile di un solo lavoro pubblicato nel 1970. Nel 1972 Brooks, Cage e Robert Palmer formano i Vinegar Joe, band rock-blues che incide tre album per poi sciogliersi nel 1974. L'anno successivo la cantante esordisce come solista con un disco che prosegue il discorso rock-blues ma giÓ dal secondo lavoro il sound si alleggerisce, orientandosi verso un orecchiabile pop-rock contaminato da influenze soul-disco. Se "Two Days Away" (1977) Ŕ composto in gran parte da brani inediti nei lavori successivi le scalette degli album cominciano ad essere infarcite di cover. In "Shooting Star" (1978) la Brooks presenta sue personali versioni di brani di Neil Young, Peter Frampton, Faces, Stevie Wonder e Ned Doheny. "Live And Learn" del 1979 prosegue sulla stessa linea anche se tra alcune cover come "Viva La Money" di Allen Toussaint e "Rising Cost Of Love", giÓ cantata da Jean Terrell, trovano posto alcuni inediti, di cui un paio co-firmati dalla stessa Brooks. La situazione viene ulteriormente accentuata con "Pearls" (1981) e "Pearls II" (1982) dove la Brooks canta veramente di tutto riscuotendo anche un gran successo di vendite. Ma se il primo album contiene delle interpretazioni di brani di Chris Rea, Bill Withers, Peter Allen, Chicago e Richard Kerr che possono risultare in qualche modo interessanti, il secondo lavoro si compone di brutte cover di Rod Stewart, Tom Jans, Fleetwood Mac ed una assolutamente inutile versione di "Money" dei Pink Floyd. Negli anni seguenti la cantante continua a pubblicare una nutrita varietÓ di dischi, proponendo standard di jazz, blues, cover di ogni genere e qualche raro inedito di cui non si rende necessario l'ascolto.

Discografia (1975-1982)

Rich Man's Woman (A&M 1975)
Two Days Away (A&M 1977)
Shooting Star
(A&M 1978)
Live And Learn (A&M 1979)
Pearls (A&M 1981)
Pearls II (A&M 1982)




HOME