Evie Sands

Estate of Mind (Haven 1975)

sands75.jpg (6090 byte)

     "Estate of Mind", il secondo lavoro di Evie Sands, esce a ben sei anni di distanza dal precedente album. Le canzoni, quasi tutte scritte dalla stessa artista, mettono in evidenza il connubio tra pop e soul già proposto nel primo disco. Il sound però è cambiato, più ricco musicalmente, con corposi arrangiamenti, influenze disco ed anche qualche sovra-orchestrazione di troppo. La lista dei musicisti ospiti è eccellente, con una notevole sezione fiati ed ottimi vocalists, il tutto sotto la produzione di Dennis Labert e Brian Potter che contribuiscono scrivendo alcuni buoni brani. Non tutti i pezzi sono perfettamente riusciti ma nel complesso il giudizio per l'album è positivo. Da segnalare che la canzone che esce come singolo è la bella "I love makin' love to you", che verrà felicemente ripresa nel 1979 da Jolis & Simone.

Producers: Dennis Lambert and Brian Potter

Musicians:
Drums: Ed Greene
Guitars: Dean Parks, Evie Sands
Bass: David Hungate
Keyboards: Michael Omartian, Evie Sands
Synthesizer: Michael Omartian
Percussion: Gary Coleman, Victor Feldman
Sax: Ernie Watts
Horns: John Audino, Bud Brisbois, Jerome Richardson, Dick Hyde, Vince DaRosa
Background Vocals: Ginger Blake, Oren Waters, Julia Tillman, Maxine Willard, Dennis Lambert

Tracks:
   
1. A woman's work is never done
    2. Love in the afternoon (mp3)
    3. You brought the woman out of me
    4. Take it or leave it
    5. Call me home again
    6. One thing on my mind
    7. Yesterday can't hurt me (mp3)
    8. I love makin' love to you (mp3)
    9. Early morning sunshine
   10. (Am I) Crazy cause I believe