Evie Sands

Suspended Animation (RCA 1979)

sands79.jpg (8232 byte)

    Nel 1979 esce "Suspended Animation", terzo lavoro di Evie Sands e terzo cambio di casa discografica. Sono cambiati anche i produttori dell'album ma alla base del sound troviamo sempre lo stesso pop-soul che aveva caratterizzato gli altri lavori dell'artista. La voce negroide della Sands si esprime perfettamente sia in morbide ballate come "Take a little love" e "As we fall in love once more" che in un pezzo pił robusto come "Get up". La cantautrice si riappropria anche di brani che aveva scritto per altri artisti, come l'iniziale "Lady of the night", gią ascoltata l'anno precedente dalla voce di Helen Reddy, ma soprattutto la bella "You can do it", originariamente cantata da Dobie Gray nel 1973 ma poi ripresa anche da Linda Clifford, Hot e Frankie Valli. Ricca come al solito la lista dei session-men californiani ospiti, che contribuiscono ottimamente alla riuscita del lavoro.

Producers: Michael Stewart and Evie Sands

Musicians:
Drums: James Gadson, Mike Baird, Andy Newmark, Ron Tutt
Guitars: Steve Beckmeier, Buzzy Feiten, Steve Lukather, Lee Ritenour, Richie Zito
Bass: Reggie McBride, David Hungate
Keyboards: Greg Phillinganes, Ian Underwood, Mike Boddicker, Carli Munoz
Percussion: Ollie Brown, Paulinho Da Costa
Sax: Jerry Peterson
Horns: Jim Horn, Steve Madaio
Background Vocals: Dusty Springfield, Bill Champlin, Bobby Kimball, Tom Kelly, Julia Tillman, Maxine Willard, Oren Waters, Michael Stewart

Tracks:
   
1. Lady of the night (mp3)
    2. Keep my lovelight burnin'
    3. Take a little love (mp3)
    4. I can't wait for you
    5. As we fall in love once more
    6. Get up
    7. You sho' look good to me
    8. You can't do it (mp3)
    9. I don't want to let it go
   10. Brain damage