Fotomaker

     Membri dei Rascals sin dagli esordi, Dino Danelli e Gene Cornish, dopo lo scioglimento del gruppo avvenuto nel 1972, formano dapprima i Bulldog che pubblicano due album tra il '72 e il '74, per poi dare vita ai Fotomaker insieme ad altri italo-americani. Il gruppo incide per l'Atlantic tre lavori in soli due anni, senza però riscuotere un grande successo. La musica proposta é un pop-rock abbastanza scontato, con grande uso di chitarre ma anche delle discrete armonie vocali. I tre dischi non sono sicuramente indispensabili, ma in ognuno di essi possiamo trovare almeno un paio di buone intuizioni musicali, con delle melodie interessanti, in particolar modo nelle ballate. Questo vale per "Where have you been all my life", "All there in her eyes" e "Lose at love", contenute nel primo album, "Two way street" e "Make it look like an accident" nel secondo lavoro, "Nowhere to turn" e "Don't let go" nel terzo e ultimo disco. Tutto il resto lascia abbastanza a desiderare, sconfinando spesso in un power pop banale che rende sinceramente difficile consigliare l'acquisto di uno qualunque degli album pubblicati.

Discografia

Fotomaker (Atlantic 1978)
Vis-à-vis (Atlantic 1978)
Transfer Station (Atlantic 1979)