Galdston & Thom

American Gypsies (Warner Bros. 1977)

galdstonthom.jpg (6395 byte)

     Phil Galdston e Peter Thom si fanno notare nel 1975 quando Barry Manilow incide il loro brano "Why don't we live together". Il buon successo della canzone fa ottenere loro un contratto dalla Warner Bros. e la possibilità di incidere un disco a loro nome. Nasce così "American Gypsies", un album che, malgrado non vanti musicisti famosi, si può considerare un ottimo prodotto di pop westcoastiano. Non tutti i brani sono straordinari, ma ci sono alcune composizione veramente imperdibili come l'eccellente ballata "Savannah sunny sunday" e due pezzi più tirati, vagamente funky, come "When the silence stops" e "It won't work". Se aggiungiamo anche la buona title-track e il rifacimento del pezzo di Manilow, otteniamo un disco incredibilmente piacevole che sarebbe un peccato non possedere. Malgrado tutto questo, il lavoro non ottiene alcun successo e costringe i due artisti ad una pausa di riflessione. Si ripresenteranno nel 1980 sotto il nome di Far Cry, pubblicando un capolavoro di pop californiano come "The More Things Change...".

Producers: John Simon, Phil Galdston, Peter Thom

Musicians:
Drums and Percussion: Richard Crooks
Guitars: Peter Thom, Arlen Roth, Jeff Mironov
Bass: John Siegler
Keyboards: Phil Galdston, John Simon
Synthesizer: Timmy Cappello
Sax: Timmy Cappello
Harmonica: Peter Thom
Horns: Claudio Roditi, Dave Bargeron, Michael Brecker, George Marge, Howard Johnson, Lou Marini
Lead Vocals: Peter Thom
Background Vocals: Phil Galdston, Jim Dawson, Casey Cisyk, Joey Ward, Lani Hall, Hilda Harris

Tracks:
  
1. When the silence stops (mp3)
   2. American gypsies
   3. Savannah sunny sunday (mp3)
   4. One more time around the block
   5. No one gave me love
   6. Why don't we live together
   7. Sweepin' it under
   8. Everybody's goin Hollywood
   9. It won't work
  10. A life of time