Jim Capaldi

     Storico batterista dei Traffic, Jim Capaldi insieme all'amico Steve Winwood il co-autore della maggior parte dei brani del gruppo. Nel 1972 avvia una carriera solista parallela fino al definitivo scioglimento della band per poi proseguire a pubblicare solo album a proprio nome. I primi tre lavori usciti per la Island seguono musicalmente lo stile del gruppo spaziando dal folk, al rock ed al prog inglese. Nel 1978, con il passaggio alla Polydor e l'uscita di "The Contender", il suono si sposta verso un pop-rock dalle influenze disco di stampo americano. L'album viene pubblicato nello stesso anno anche negli Stati Uniti con il titolo di "Daughter Of The Night" e con una scaletta leggermente diversa. Capaldi si rivela un ottimo compositore ed un altrettanto valdo cantante e i suoi lavori, sempre di piacevole ascolto, vantano tutti alcuni brani di ottimo livello. Il grande successo arriva nel 1983 con l'album "Fierce Heart" che, spinto dal singolo "That's Love", arriva ai vertici delle classifiche internazionali. L'artista continua ad incidere dischi, spesso con l'aiuto dell'amico Steve Winwood, fino al 2004, anno in cui esce il suo ultimo lavoro. Capaldi muore nel gennaio del 2005.

Discografia

Oh How We Danced (Island 1972)
Whale Meat Again (Island 1974)
Short Cut Draw Blood (Island 1975)
The Contender (Polydor 1978)
Daughter Of The Night (RSO 1978)
Electric Nights (Polydor 1979)
The Sweet Smell Of Success (Carrere 1980)
Let The Thunder Cry (EMI 1981)
Fierce Heart (WEA 1983)
One Man Mission (WEA 1984)
Some Come Running (Island 1988)
Living On The Outside (Steamhammer 2001)
Poor Boy Blue (SPV 2004)



HOME