Pablo Cruise

     Band di San Francisco che si forma nel 1973 dall'unione di ex-membri di due diversi gruppi e precisamente gli Stoneground, da cui provengono Cory Lerios, David Jenkins e Steve Price, ai quali si aggiunge Bud Cockrell appena uscito dagli "It's A beautiful Day". Il quartetto riesce a firmare un contratto con la A&M e riscuote un tiepido successo con i primi due album che escono nel 1975 e 1976. La band propone un pop-rock non molto originale ma nel 1977, con l'album  "A Place In The Sun", riesce a conquistare il pubblico mandando il singolo "Whatcha Gonna Do" nella top-ten delle classifiche americane. Lo stesso avviene con il lavoro successivo ed il singolo "Love Will Find A Way" ma giÓ nel 1979 con l'album "Part Of The Game" le vendite cominciano a diminuire e si riducono drasticamente con "Reflector" nel 1981. Ultimo atto della storia dei Pablo Cruise Ŕ il brutto "Out Of Our Hands" dove, oltre ad uno scontato pop-rock, compaiono dei fastidiosi sintetizzatori a rovinare ulteriormente il lavoro. Da segnalare il discreto album che Bud Cockrell, componente della band, ha inciso con la moglie Pattie Santos che esce nel 1978 a nome di Cockrell & Santos

Discografia

Pablo Cruise (A&M 1975)
Lifeline (A&M 1976)
A Place in the Sun (A&M 1977)
Worlds Away (A&M 1978)
Part of the Game (A&M 1979)
Reflector (A&M 1981)
Out of Our Hands (A&M 1983)
It's Good To Be Live (Red Red 2011)