Robbie Dupree

Carried Away (Pony Canyon 1989)

dupree89.jpg (7358 byte)

     Quando esce quest'album, era già da qualche anno che si parlava di un possibile ritorno all'attività discografica di Robbie Dupree. Il disco viene pubblicato esclusivamente per il mercato giapponese, anche se nel 1991 verrà stampato anche negli USA.
     Ad un primo ascolto si potrebbe rimanere interdetti, soprattutto se lo paragoniamo ai primi due dischi dell'artista, capolavori indiscussi di musica westcoast. L'album, invece, non é assolutamente brutto, anche se in alcuni punti eccede nell'uso dell'elettronica, rendendo qualche brano troppo artificiale e freddo. Però ci sono alcuni pezzi di buon livello, alcune idee che ci riportano ai momenti d'oro del pop californiano e che rendono, nel complesso, gradevole il disco. Tra le composizioni migliori possiamo segnalare l'iniziale "This is life", scritta insieme a Bill LaBounty, la cover di "In real life", scritta ancora da LaBounty ed inserita originariamente nell'album "Nightline"(83) di Randy Crawford, e le discrete "Tears" e "Why".
     Sicuramente non é un capolavoro, ma se volete riascoltare la voce di uno dei protagonisti del miglior pop dei primi anni '80, non avete altra scelta che quella di acquistare questo disco.

Producer: Robbie Dupree

Musicians:
Keyboards: David Sancious, Vinnie Martucci, Harvey Jones, Tom Nicholson
Bass: Tony Levin, Jeremy Alsop, Larry Hoppen
Drums: Jerry Marotta, Gary Burke, Peter Bunetta
Guitars: John Tropea, Andrew Essex, Larry Hoppen, David Sancious, Larry Hoppen
Sax: Paul Brannon
Harmonica: Robbie Dupree
Percussion: Peter Martin
Background Vocals: Leslie Smith, Ann Lang, Larry Hoppen, David Sancious, Bob Leinbach

Tracks:
  
1. This is life
   2. Talk to you
   3. Shadows on the wall
   4. In real life
   5. Emotion
   6. Carried away
   7. Tears
   8. Why