Byrne and Barnes

An Eye for an Eye (Climax 1981)

byrne81.jpg (5664 byte)             byrne&barnes2.jpg (4352 byte)

     Dopo aver pubblicato nel 1979 uno stupendo lavoro di west coast pop come "Blame It on the Night", Robert Byrne si unisce al pluristrumentista Brandon Barnes per l'incisione per il solo mercato giapponese di un album a nome di Byrne and Barnes. Il disco straordinario come il precedente, ricco di ottime composizioni e della splendida voce dell'artista mentre Brandon Barnes si limita ai controcanti ed alla parte strumentale. Il sound sofisticatissimo, nella tradizione del miglior pop californiano, con eccellenti brani che si muovono tra soffici ballate e raffinati medi-tempo dalle influenze soul jazz, sul genere degli ultimi Steely Dan. Da notare che sono presenti due composizioni di Byrne gi cantate l'anno precedente da altri artisti, precisamente "Be my baby", contenuta in "Borrowed Time" (1980) di Jonny Rivers, e "Right through the heart", gi interpretata da Michael Johnson in "You Can Call Me Blue" (1980). Da segnalare la recente ristampa in CD Japan con una copertina diversa e due brani inediti, la bella "Who's that look in your eye" e la meno riuscita "That's the way she goes", ma con una deludente qualit sonora, decisamente inferiore al vecchio e glorioso vinile.

Producers: Clayton Ivey and Terry Woodford

Musicians:
Guitars: Robert Byrne, John Willis, Jerry Wallace
Synthesizer: Brandon Barnes, Randy McCormick
Bass: Brandon Barnes, Lenny LeBlanc
Drums: Brandon Barnes, Roger Clark, Milton Sledge
Piano and Organ: Clayton Ivey
Percussion: Mickey Buckins
Sax: Jim Horn
Trumpet: Buddy Barnes
Lead Vocals: Robert Byrne
Background Vocals: Robert Byrne, Brandon Barnes, Herthey Reeves

Tracks:
  
1. Never gonna stop lovin' you
   2. One more try for love
   3. Love you out of your mind
   4. I'll try a little every day for you
   5. Crack the whip
   6. Stanby lover
   7. Keep on running
   8. Making love for the first time
   9. Be my baby
  10. An eye for an eye
  11. Right through the heart