Steve Goodman

Words We Can Dance To (Asylum 1976)

goodman76.jpg (10296 byte)

     Questo secondo album inciso per la Asylum esprime molto bene lo stile musicale di Steve Goodman, ricco di influenze di ogni genere, dalla musica country, al folk, al rock & roll, alla musica nera. Nel disco convivono perciò brani molto diversi tra loro, parecchi originali scritti dall'artista, un paio di cover degli anni '60 ed addirittura un rifacimento di un pezzo degli anni '30. Da segnalare tra le canzoni il delicato folk-jazz di "Old fashioned" e soprattutto la bella "Banana republics", versione originale del brano ricantato successivamente in italiano dalla coppia Dalla-De Gregori.
     Un bel disco per gli amanti del genere, ma abbastanza difficile da digerire per chi cerca il raffinato pop californiano od anche il più classico country-rock westcoastiano.

Producer: Steve Goodman

Musicians:
Drums: Steve Mosley, Tom Radke
Guitars: Steve Goodman, Steve Burgh
Bass: Si Sims, Hugh MacDonald, John Frigo
Harmonica: Saul Broudy
Banjo & Pedal Steel: Winnie Winston
Piano: Jeff Gutcheon
Sax: Jim Rothermel
Background Vocals: Bill Swofford, Raun MacKinnon, Diane Holmes, Mary Gaffney

Tracks:
  
1. Roving cowboy
   2. Tossin' and turnin'
   3. Unemployed
   4. Between the lines
   5. Old fashioned
   6. Can't go back
   7. Banana republics
   8. Death of a Salesman
   9. That's what friends are for
  10. The glory of love