Daryl Hall & John Oates

     Daryl Hall & John Oates sono i principali rappresentanti di blue-eyed soul, la musica nera suonata da artisti bianchi, che ha consentito loro di divenire il duo di maggior successo della musica americana.
     I due artisti si conosco sin dal 1967, ai tempi della scuola, ed il più attivo in campo musicale é Daryl Hall che fa parte di gruppi soul come i Romeos e i Temptones ed é anche leader dei Gulliver, sconosciuta band che pubblica un album per la Elektra nel 1969. Hall, dopo ulteriori esperienze come vocalist per Stylistics, Delfonics e Intruders , si unisce al suo compagno d'università John Oates ed insieme riescono ad ottenere un contratto dalla Atlantic, esordendo come duo nel 1972. Dopo un primo lavoro di impostazione folk, la coppia di artisti si orienta verso un pop-rock con forti legami con la musica nera, cosa che si può notare già dal secondo album. La loro miscela di rock e R&B comincia ad avere riscontri commerciali nel 1975 quando, dopo aver firmato un nuovo contratto con la RCA, arrivano ai primi posti delle classifiche con il brano "Sara smile", riuscendo poi a mantenere il successo anche con gli album successivi e passando con disinvoltura dal pop, al soul, al R&B, alla discomusic. Anche gli anni '80 cominciano in modo trionfale, con grandi consensi di critica e di pubblico per l'album "Voices"(1980) che contiene un hit miliardario come "Kiss on my list". Dal lavoro successivo Hall & Oates alleggeriscono la loro musica, indirizzandosi verso un funky pop più commerciale che riscuote sempre e comunque il favore dei fans. Dischi come "Private Eyes"(81) e "H 2 O"(82) vendono milioni di copie ed elevano i due al rango di vere e proprie star internazionali.
Nella seconda metà del decennio la coppia rallenta l'attività musicale, pubblicando un solo disco nel 1988, molto moderno e di facile ascolto, ma si ripresenta in grande spolvero nel 1990 con l'album "Change of season", in cui vengono recuperate atmosfere soul e sofisticati arrangiamenti che confermano la grande classe dei due artisti. Dopo diversi anni di separazione viene dato alle stampe, a sorpresa, un nuovo lavoro nel 1997 che, pur essendo di buon livello, nulla aggiunge alla meritata fama del duo. Da segnalare infine la produzione solista di Daryl Hall, che pubblica quattro album a proprio nome tra il 1980 e il 1999. Il primi due dischi sono abbastanza difficili, soprattutto il primo inciso insieme a Robert Fripp, mentre gli altri due lavori si muovono verso un pop-soul più orecchiabile e radiofonico.

Discografia

Whole Oats (Atlantic 1972)
Abandoned Luncheonette (Atlantic 1973)
War Babies (Atlantic 1974)
Daryl Hall & John Oates (RCA 1975)
Bigger Than Both of Us (RCA 1976)
No Goodbyes (Atlantic 1977) ant. con inediti
Beauty on a Back Street (RCA 1977)
Livetime (RCA 1978) live
Along the Red Ledge (RCA 1978)
X- Static (RCA 1979)
Voices (RCA 1980)
Private Eyes (RCA 1981)
H 2 O (RCA 1982)
Greatest Hits - Rock 'n' Soul part. I (RCA 1983) ant. con inediti
Big Bam Boom (RCA 1984)
Live at the Apollo (RCA 1985) live
Ooh Yeah! (Arista 1988)
Change of Season (Arista 1990)
Marigold Sky (Push 1997)
Do It For Love (U-Watch 2002)
Our Kind of Soul (U-Watch 2004)

Daryl Hall

Sacred Songs (RCA 1980)
Three Hearts in the Happy Ending Machine (RCA 1986)
Soul Alone (Epic 1993)
Can't Stop Dreaming (BMG 1999)