Bobby Martin

     Tastierista, fiatista e cantante, Robert Martin compie le sue prime esperienze musicali con Spinners, Bonnie Bramlett e Moody Blues. Nel 1978 entra a far parte degli Orleans con i quali incide due lavori, "Forever" (1979) e "Orleans" (1980). Partecipa poi come vocalist a "Significant Gains" (1981) di Greg Phillinganes e comincia nel 1982 la sua lunghissima collaborazione con Frank Zappa che durerà fino alla morte dell'artista. Ma a noi interessa quello che è il suo unico a lavoro da solista. L'album che esce nel 1983, intitolato semplicemente "Bobby Martin", è infatti un interessante prodotto di pop californiano, ben arrangiato e suonato da ottimi musicisti. Martin scrive praticamente tutti i brani, ad esclusione di un pezzo che porta la firma di Michael Sembello, e con la sua calda voce dà vita ad un elegante pop dalle venature soul che potrebbe rimandare ai dischi di Michael McDonald e Paul Anka degli stessi anni. Perciò un piacevolissimo album da riscoprire che però non è mai stato ristampato in cd.

Bobby Martin (MCA 1983)

martin.jpg (5751 byte)

Producer: Michael loyd

Musicians:
Drums: Paul Leim
Guitars: Michael Sembello, Steve Dodis, Buzzy Feiten
Bass: Dennis Belfield
Keyboards: Bobby Martin, Don Freeman, Michael Loyd
Background Vocals: Bobby Martin, Kal David, Geof Leib, The Waters

Tracks:
   
1. Bringing out the man in me
    2. Is that all you get from a broken heart
    3. Years of trying
    4. Never should have let you go
    5. Get ready people
    6. Show me the light
    7. Doin' it out of love
    8. No strings attached
    9. Don't give up
   10. Open letter