Steve Goodman

     Steve Goodman é un originale cantautore attivo nei locali di Chicago sin dalla fine degli anni '60. Nel 1970 viene scoperto da Kris Kristofersson e Paul Anka, che lo aiutano a firmare per la Buddah, per la quale pubblica due buoni album di musica folk, ispirati ed ironici, che lo portano a farsi una buona reputazione ed ospitare nomi famosi quali Bob Dylan, Maria Muldaur e Randy Newman. Nel 1975 firma per la Asylum, spaziando con disinvoltura tra vari generi musicali, anche se con il tempo la sua musica si alleggerisce, lasciando in disparte gli accenti folk per orientarsi verso un pop sofisticato, soprattutto in "High and Outside"(79) e "Hot Spot"(80), incisi con la collaborazione di Peter Bunetta e Rick Chudacoff. Anche se la la critica li ha sempre snobbati, sono questi i due lavori pił interessanti per gli amanti di west coast music, pur non essendo dei capolavori.
     Dopo alcuni anni in disparte, l'artista fonda la Red Pajamas Records che pubblica nel 1983 un live e nello stesso anno un nuovo album, con il quale torna allo stile musicale dei primi dischi. Nel 1984, in contemporanea con l'uscita di "Santa Ana Winds", Steve Goodman muore per le complicazioni dovute alla leucemia, malattia contro la quale lottava ormai da diversi anni. L'ultimo lavoro, uscito postumo nel 1987, contiene registrazioni inedite relative al periodo Red Pajamas.

Discografia

Steve Goodman (Buddah 1971)
Somebody Else's Troubles (Buddah 1972)
Jessie's Jig and Other Favourites (Asylum 1975)
Words We Can Dance To (Asylum 1976)
Say It in Private (Asylum 1977)
High and Outside (Asylum 1979)
Hot Spot (Asylum 1980)
Artistic Hair (Red Pajamas 1983) live
Affordable Art (Red Pajamas 1983)
Santa Ana Winds (Red Pajamas 1984)
Unfinished Business (Red Pajamas 1987)